Looking for help?
< All Topics
Stampa

Aggiornamenti di temi e plugin

Introduzione

Nella versione 4.9 di InfraWP, abbiamo aggiunto una nuova funzionalità per consentire all’amministratore di attivare l’aggiornamento di temi, plug-in e persino WordPress, dall’interno della dashboard di InfraWP. E nella versione 4.10 l’abbiamo migliorato aggiungendo un paio di altre modifiche.

Questa funzione sarà utile per le agenzie che la potranno utilizzare su siti non critici diventando abili di gestire alcuni tempi di inattività. Per molte agenzie, questo è il 90% o più dei siti gestiti. Quindi un uso giudizioso [di questa funzione] può aiutarti a potenziare rapidamente gli aggiornamenti.

Puoi trovare gli strumenti di aggiornamento nella scheda AGGIORNAMENTI SITO.

Questa funzione non è intesa come una sostituzione per strumenti di gestione del sito come MAIN WP o per gli aggiornamenti automatici integrati in WP. Ma se, per qualche motivo, preferisci non utilizzare questi tipi di strumenti di gestione del sito, allora queste funzioni di base possono essere utilizzate per aggiornare i tuoi siti su richiesta, uno alla volta o in blocco.

Caratteristiche generali

• Puoi scegliere di aggiornare tutto o solo alcune cose: ad esempio: solo WordPress, solo temi, solo plugin o solo temi e plugin.

• È possibile specificare un elenco globale di plugin e temi da escludere dagli aggiornamenti, questa funzionalità verrà applicata a tutti i siti e per tutte le operazioni di aggiornamento.

• I backup vengono eseguiti automaticamente prima di qualsiasi aggiornamento.

• Viene scattata un’immagine della home page prima di qualsiasi aggiornamento e un’altra dopo. Se ci sono più di 1000 pixel di differenza tra le due immagini, il sito viene ripristinato dal backup. È possibile modificare la soglia da 1000 a qualsiasi altro numero. Per far funzionare questa funzione è necessario registrarsi a un servizio di terze parti che ci aiuti a confrontare le immagini. Vedere la sezione “Verifica degli aggiornamenti” di seguito per i collegamenti al servizio di terze parti.

Tuttavia, probabilmente la funzionalità più potente è l’aggiornamento di massa.

In combinazione con i backup automatici prima dell’aggiornamento e un controllo visivo automatico della home page dopo gli aggiornamenti, la maggior parte dei tuoi siti può essere aggiornata con pochi clic.

E, poiché forniamo filtri così flessibili nella parte superiore dell’elenco dei siti, puoi fare cose come:

• Eseguire aggiornamenti per tutti i siti sui server di un particolare provider

• Eseguire aggiornamenti per tutti i siti su un particolare server

• Eseguire aggiornamenti per tutti i siti situati in una particolare regione

• Eseguire aggiornamenti per tutti i siti utilizzando una versione PHP selezionata

• Eseguire aggiornamenti per tutti i siti con determinati tag/gruppi

Suggerimento: se disponi di siti che non desideri includere negli aggiornamenti di gruppo, puoi aggiungerli a un GRUPPO con codice colore. Quindi, quando applichi il filtro (o selezioni tutti i siti), riconoscerai immediatamente quei siti contrassegnati con codifica a colori e sarai in grado di deselezionarli.

Verifica degli aggiornamenti

Utilizziamo il servizio https://htmlcsstoimage.com/ per acquisire uno screenshot prima e dopo il completamento degli aggiornamenti. Viene presa un’immagine della home page prima di qualsiasi aggiornamento e un’altra dopo. Se sono presenti più di 1000 pixel diversi tra le due immagini, il sito viene ripristinato dal backup. È possibile modificare la soglia da 1000 pixel a un valore superiore o inferiore nella schermata delle impostazioni: WPCLOUDDEPLOY->APP:Impostazioni WordPress->Aggiornamenti temi e plug-in.

Per utilizzare questo servizio è necessario registrarsi con un account e compilare il NOME UTENTE API e la CHIAVE API nella scheda WPCLOUDDEPLOY->APP:Impostazioni WordPress->Aggiornamenti temi e plugin.

Backup

Tentiamo di creare un backup prima di aggiornare il sito. Se desideri assicurarti che i tuoi backup finiscano nel tuo bucket AWS, assicurati di configurare i backup per l’intero server (o per ciascuno dei tuoi siti) prima di avviare le operazioni di aggiornamento.

Se non configuri i backup, ci saranno errori nei log, ma non fermeremo il processo di aggiornamento. Tutti i file di backup creati in questa istanza rimarranno solo sul disco.

Inoltre, assicurati che il valore dei giorni di RITENZIONE NON sia impostato su “-1”. Il valore “-1” indica che nessun backup deve essere lasciato sul disco locale. Se viene utilizzato “-1” per i giorni di conservazione e dobbiamo ripristinare un sito, non ci saranno backup locali da cui ripristinare.

Usiamo i nostri script di backup di base, non i nostri script di backup avanzati per questi backup.

Bonus: se updraft-plus è installato, cercheremo di attivare un backup utilizzando anche il suo comando wp-cli.

Caches

Tentiamo di cancellare le cache dopo gli aggiornamenti. Se sono installati determinati plug-in di cache noti e sono installate anche le relative estensioni wp-cli, utilizzeremo wp-cli per richiamare il plug-in per svuotare la cache.

I plugin della cache che cercheremo di cancellare sono:

• WP-Rocket

• WP Super Cache

• Cache totale WP

• La cache più veloce di WP

Non siamo sempre in grado di rilevare in modo affidabile quando questi plug-in sono installati le estensioni WPcli associate, quindi a volte potresti vedere errori mentre tentiamo di richiamarli. Se il plugin non è installato sul sito puoi ignorare quegli errori.

Esclusioni globali


La schermata delle impostazioni di InfraWP ha due opzioni che consentono di escludere temi e plug-in dall’aggiornamento.

Se viene fornito un elenco di esclusione, gli aggiornamenti saranno più lenti.

Ripristino

Test dei ripristini

Se il confronto delle immagini scattate prima e dopo un aggiornamento fallisce, proveremo a ripristinare il sito dal backup. Se il backup non è riuscito per qualsiasi motivo, ciò potrebbe non essere possibile e dovrai ripristinare manualmente il sito da un backup precedente.


Siti molto attivi

Se disponi di un sito in cui i dati vengono aggiunti costantemente, potresti non voler attivare il ripristino automatico. Il ripristino automatico potrebbe causare la perdita dei dati creati tra l’inizio del backup e la fine dell’aggiornamento. Per questi siti è meglio gestire gli aggiornamenti manualmente (o modificare il nostro script di aggiornamento per impedire il ripristino dei dati su quei siti).

Altre note importanti

Se il tuo dominio ha SSL abilitato, il suo indirizzo non SSL dovrebbe essere reindirizzato. ovvero: http:// reindirizzato a https://. Altrimenti finiremo per scattare un’istantanea del dominio errato prima e dopo il backup.

• Se si dispone di domini duplicati (anche se i siti si trovano su server diversi), gli aggiornamenti non verranno richiamati e verranno completati correttamente. Per quei domini dovrai:

o Controllare la schermata COMMAND LOG per verificare che siano completi

o Contrassegnare manualmente l’attività nella schermata REGISTRO IN SOSPESO come completata.

o Utilizzare la scheda STRUMENTI sul sito per CANCELLARE I PROCESSI IN BACKGROUND.

• C’è un timer impostato per tutti i comandi a lunga esecuzione come la creazione di un nuovo server, backup e così via. Tale timer è attivo per gli aggiornamenti. È possibile che i siti molto grandi richiedano più tempo rispetto ai 15 minuti predefiniti per il completamento dei backup e degli aggiornamenti. In tal caso, puoi aumentare temporaneamente il valore del timer nella schermata IMPOSTAZIONI.

Note sulle prestazioni

I siti vengono elaborati in sequenza per server. Viene elaborato un solo sito alla volta per ogni server. Se hai molti server e siti, potrebbe volerci un po’ di tempo per esaminarli tutti. Per essere chiari, gestiremo più server contemporaneamente, ma cercheremo di aggiornare solo un sito alla volta su ciascun server.

• Se disponi di molti server e prevedi di aggiornare contemporaneamente i siti su tutti, assicurati che il server su cui è in esecuzione InfraWP disponga di potenza sufficiente (e sia configurato) per gestire molti thread PHP simultanei, altrimenti l’API REST viene richiamato, questo porta a contrassegnare un’attività come terminata che potrebbe scadere in attesa di un thread disponibile. In tal caso, sarà necessario contrassegnare manualmente le attività come completate e reimpostare i metadati del sito (vedere la sezione NOTE IMPORTANTI sopra).

Risoluzione dei problemi

Quando si eseguono aggiornamenti in blocco, i migliori strumenti per la risoluzione dei problemi sono le schermate COMMAND LOG e PENDING LOG.

• Nella schermata PENDING LOG vedrai tutte le azioni in blocco pianificate e il loro stato. Tutto ciò che è “in lavorazione” da molto tempo probabilmente ha fallito.

• La schermata COMMAND LOG mostrerà l’output per ogni aggiornamento su ogni sito. Ci sarà una riga per ogni aggiornamento del sito. Eventuali errori riscontrati verranno visualizzati qui. Se c’è un elemento nel COMMAND LOG che mostra completato ma il cui record PENDING LOG associato è bloccato, puoi aggiornare manualmente il record PENDING LOG per “completare” e ripulire i metas in-process sul record del sito.

Test del processo di ripristino dopo un aggiornamento non riuscito

Se desideri forzare un errore per un aggiornamento in modo da poter vedere come viene ripristinato un sito, abbiamo la soluzione per te. Imposta il conteggio dei pixel di varianza su -1 nella scheda WPCLOUDDEPLOY->APP: Impostazioni WordPress->Aggiornamenti temi e plug-in per forzare sempre un ripristino dopo l’aggiornamento.

Funziona perché un numero negativo restituirà sempre uno stato di errore quando si confrontano le immagini prima e dopo – anche se zero pixel sono cambiati, sarebbe comunque maggiore di -1.


Funzionalità uniche di InfraWP

Uno dei maggiori problemi con i sistemi SaaS è che non è possibile personalizzare facilmente il processo di aggiornamento di WP. Quindi, dopo un aggiornamento, ti ritrovi a fare cose come svuotare varie cache utilizzando i diversi plug-in di cache che i tuoi clienti hanno su ciascun sito e anche, forse disabilitare e riabilitare i plugin per costringerli a riconoscere nuove funzionalità WP e così via.

Con InfraWP puoi modificare gli script direttamente per aggiungere queste azioni in modo che vengano eseguite per te in modo automatico! È il massimo della personalizzazione ed è il miglior modo per risparmiare un sacco di tempo!


Beta permanente

Manteniamo questa funzionalità in stato beta permanente perché ci sono troppe cose che possono andare storte. Se sei un’agenzia che ha lavorato con WordPress per un po’, sai già che quando si tratta di aggiornamenti WP, nulla può essere lasciato al fato. In genere funzionano, ma possono fallire per motivi strani, a volte, ridicoli.

Pertanto, come con tutti i sistemi informatici, dovresti assicurarti di eseguire backup regolari e soprattutto di farlo prima di un aggiornamento.

Alcuni esempi di cose che possono andare storte:

• Il server ha esaurito lo spazio su disco durante l’aggiornamento.

• Usiamo wp-cli per gli aggiornamenti e talvolta plugin e temi generano errori quando questo viene sollecitato, il che può, a volte, impedire l’avvio o il completamento degli aggiornamenti.

• Il ripristino automatico potrebbe non riuscire per vari motivi e alcuni file di configurazione personalizzati potrebbero non essere ripristinati automaticamente anche se il ripristino ha funzionato diversamente.

• Il conteggio della differenza di pixel di soglia per determinare se un aggiornamento ha avuto successo è complicato: l’abbiamo impostato su 1000, ma potrebbero essere necessari alcuni tentativi ed errori per determinare se quel numero dovrebbe essere superiore o inferiore per la tua costellazione di siti.

• Le istantanee dell’immagine prima e dopo potrebbero ottenere un’immagine incompleta della home page del sito perché il sito impiega troppo tempo per caricarsi o ha una tonnellata di codice JS per mostrare correttamente la pagina.

• Potrebbero esserci problemi di risoluzione del dominio (temporanei o permanenti) che ci impediscono di ottenere immagini prima e dopo o che ci indirizzano al sito sbagliato o a nessun sito.

• Un plugin o un tema potrebbe richiedere una versione aggiornata di PHP che causa l’arresto anomalo del sito dopo un aggiornamento.

• Se il plug-in o il tema aggiornato è semplicemente incompatibile con un plug-in o un tema esistente causerebbe l’arresto anomalo del sito dopo l’aggiornamento.

• WP si rifiuta di elaborare l’aggiornamento perché rileva errori di autorizzazione sui file/cartelle.

• Un plugin o un tema premium rifiuta di aggiornarsi perché una chiave di licenza non è valida o non è presente.

• Un plugin o un tema premium non può essere aggiornato perché il server delle licenze non può essere contattato o è bloccato.

• Non l’abbiamo testato con MULTISITE.

Se stai utilizzando questa funzione un sito alla volta, non è un grosso problema perché puoi vedere il feedback sullo schermo. Ma se stai utilizzando BULK ACTIONS per gestire più siti, è molto più difficile da gestire quando è necessario il ripristino automatico.

Ciò non significa che la funzionalità non sia utilizzabile in produzione. Mantenendolo come una beta permanente, ti ricordiamo solo che devi prestare attenzione agli aggiornamenti man mano che si verificano e che non puoi incolpare InfraWP per tutto ciò che va storto con loro.

Quando chiedere supporto?

Se hai un sito che puoi aggiornare utilizzando la normale schermata di aggiornamento di WordPress ma si verifica un errore durante l’aggiornamento tramite InfraWP, vogliamo assolutamente saperlo. Il più delle volte è probabile che il problema sia un plugin o un tema sul sito che non è compatibile con wp-cli. Ma se non è così, vorremmo capire cos’altro sta andando storto. Quindi, contatta l’assistenza: possiamo accedere e dare un’occhiata ai registri.

Incartare

Questo è uno strumento potente che dovresti usare, ma usalo con giudizio. Come con qualsiasi cosa relativa all’aggiornamento di un sito WordPress, quando un aggiornamento funziona è fantastico; quando non lo fa, devi solo prendere fiato, respirare e, in fine, lavorare per trovare i colpevoli e affrontarli. Solo perché questo strumento semplifica l’esecuzione degli aggiornamenti non significa che puoi semplicemente stare tranquillo. Gli aggiornamenti di WP sono sempre un terno al lotto: i nostri strumenti li rendono solo un po’ meno imprevedibili!

Next Firewall semplice
Table of Contents